Post con il tag: "(incentivi)"



02. gennaio 2019
Per le aziende che si vogliono dotare di competenze specializzate a supporto del loro percorso di transizione digitale e organizzativo, è disponibile per le PMI un voucher a fondo perduto a sostegno della figura dell'Innovation Manager. Ciò in ragione di: - 40.000 euro per le micro e piccole imprese nel limite del 50% della spesa - 25.000 euro per le medie imprese nel limite del 30% della spesa - 80.000 euro per le reti d'impresa nel limite del 50% delle spese sostenute.
02. gennaio 2019
Alla fine il dado è stato tratto. Non senza fatica e polemiche, considerando anche la votazione di fiducia che, forse, ha scontentato anche parte dei parlamentari di Lega e M5S che avrebbero gradito un diverso iter di approvazione. L'iperammortamento, comunque, c'è. Eccome. Il beneficio è stato infatti prorogato a tutto il 2019, tra l'altro elevando il tetto al 270% per gli investimenti al di sotto dei 2,5 milioni di euro. Ma non è tutto.
02. gennaio 2019
Tra gli elementi con valore retroattivo, ovvero applicabili anche all’anno 2018, vi sono gli obblighi documentali in capo ai beneficiari. Nell’impostazione precedente della disciplina non era di fatto esplicitata la necessità di produrre una “relazione tecnica” di accompagnamento. La Legge di Bilancio 2019 prevede invece tale obbligo. Il documento dovrà contenere i seguenti elementi: Finalità, Contenuti, Risultati.
28. agosto 2018
A differenza di alcuni siti e giornali (alcuni anche autorevoli) che avevano contribuito erroneamente a dare notizia del decadimento del requisito dell'interconnessione per alcune tipologie di beni strumentali iperammortizzabili, iniziamo con il dire che l'interconnessione è e rimane un pilastro fondamentale del modello organizzativo Industria 4.0. Pertanto, qualsiasi bene strumentale per essere portato in iperammortamento deve soddisfarlo come da requisiti di legge. Per alcune macchine, la...
21. settembre 2017
La manovra correttiva 2017, D.L. 24 aprile 2017 n. 50, ha introdotto un credito di imposta per le spese pubblicitarie sostenute da parte di imprese e lavoratori autonomi, il cui valore superi di almeno l’1% gli analoghi investimenti effettuati nell’anno precedente su: - stampa quotidiana e periodica; - emittenti televisive; - emittenti radiofoniche locali, analogiche o digitali.